Cessione Credito Ecobonus 50%

Ho raccolto in questo articolo le domande che più frequentemente i clienti mi fanno sul funzionamento dello sconto del 50% in fattura.

Se hai dei dubbi per il tuo caso specifico, allora ti consiglio di parlarne con uno dei nostri tecnici cliccando su questo link: contatti

Come funziona lo sconto in fattura del 50%

Quali sono i lavori detraibili al 50%?

Tra le spese detraibili al 50% abbiamo l’acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi e di schermature solari.

Come funziona lo sconto in fattura?

Per tutto il 2020 e il 2021, su tutte le spese sostenute, in alternativa alla detrazione, potresti richiedere all’impresa lo sconto in fattura.

Cosa significa?

L’impresa ti anticiperà i soldi, poi sarà una sua responsabilità recuperare in futuro come credito d’imposta.

In pratica, l’impresa, diventando creditore d’imposta, è come se avesse pagato anticipatamente le tasse allo Stato. Ma di come lo possa fare a te interessa relativamente poco.

Ciò che interessa a te è questo: puoi ricevere uno sconto del 50% subito in fattura invece di doverlo detrarre dalle tasse in futuro.

Qual è l’importo massimo detraibile?

I massimali di spesa per il risparmio energetico sono variabili.

L’ammontare massimo della detrazione va da 30.000 €, per la sostituzione degli impianti termici, ai 60.000 €, per gli interventi su involucro e impianti solari. Può raggiungere i 100.000 euro nel caso di interventi più rilevanti, che interessino l’intero immobile.

Nel caso di Ecobonus 50%, le spese vengono restituite in 10 anni. L’unica eccezione riguarda il Super-bonus 110%, che viene recuperato in soli 5 anni.

Quali sono gli adempimenti richiesti per la detrazione?

Per ottenere l’Ecobonus, dovrai inviare una comunicazione all’Enea, allegando l’Asseverazione, a firma di un tecnico, della rispondenza dell’intervento ai requisiti richiesti dalla legge.

L’invio dovrà avvenire entro 90 giorni dal termine dei lavori, tramite modalità telematica (sito Enea).

Oppure contatta un nostro tecnico cliccando su questo link: contatti

Chi può usufruire delle detrazioni fiscali?

Possono usufruire delle detrazioni Ecobonus al 50% tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), residenti o meno nel territorio dello Stato, su prima e seconda casa e anche i titolari di reddito d’impresa.

I lavori iniziati prima di luglio 2020?

Il Decreto ti permette di beneficiare dello sconto in fattura per le spese sostenute da luglio 2020 fino a dicembre 2021. Quindi, ad oggi, sembrerebbe che si debba far riferimento al criterio di cassa: non conta quando siano iniziati i lavori, ma è importante la data del pagamento della prestazione.

Ad esempio, i pagamenti effettuati a dicembre 2020 per un intervento iniziato a febbraio 2020, potranno fruire dello sconto in fattura e della cessione del credito. Questo nel caso di privati.

Mentre, le imprese individuali, le società e gli enti commerciali, dovranno far riferimento al criterio di competenza (circolare Agenzia Entrate n. 2/E/2020): farà fede la data di fine lavori, indipendentemente dall’avvio e dalla data dei pagamenti.

Cosa far mettere in fattura lo sconto?

Gli elementi essenziali in fattura sono:

  • tipo di opera (manutenzione straordinaria, ordinaria, risanamento, ristrutturazione),
  • descrizione intervento,
  • localizzazione dell’immobile (indirizzo ed estremi catastali),
  • eventuale secondo soggetto che detrae.

Richiedi un Preventivo Online

Utilizza il nostro Configuratore Online per chiedere di essere ricontattato da un nostro Tecnico:

Configuratore Online - Tecnologie Protettive
CONDIVIDI
Articolo precedenteTapparella sicura a prova di ladro
Prossimo articoloSuperbonus 110% vs Ecobonus 50%
Io e il mio Staff ti seguiamo dalla progettazione all'’installazione di qualsiasi sistema di oscuramento solare, con i prodotti più all'avanguardia sul mercato siamo diventati ufficialmente KE Store nella provincia di Rovigo.