Ecco il metodo per evitare i 3 errori più comuni che rendo inutile il tuo investimento.

Se non viene posato correttamente, un Monoblocco Termoisolante ad alte prestazioni è un investimento inutile, che non serve praticamente a nulla.
Infatti, anche il minimo errore, la più piccola fessura non chiusa, può portare a:

  • Infiltrazioni d’acqua: pioggia all’esterno, ma anche all’interno, basteranno poche ore di pioggia abbondante per veder manifestarsi infiltrazioni d’acqua nell’edificio.
  • Ponti Termici: ovvero correnti d’aria che dall’esterno riescono a passare all’interno, provocando punti freddi.
  • Muffa in Casa: troppa umidità rende l’abitazione insalubre generando, problematiche per la salute e per i consumi energetici. Un chiaro segno di troppo umidità è la comparsa della muffa.
  • Mal funzionamento delle schermature solari che scorre al suo interno: rischiando di dover smontare e rimondare da capo il monoblocco, raddoppiando i costi dell’intervento.
  • Fuori piombo per la finestra che andrà installata: questo può portare alla non corretta chiusura dell’infisso.
  • Inquinamento acustico: anche se può sembrare un fastidio leggero, l’inquinamento acustico porta al disturbo del sonno provocando fastidi nell’organismo.

 

Queste difetti Nascono da 3 errori che Quasi tutti Posatori Commettono:

  1. Utilizzo di prodotti non di qualità da parte di posatori non professionisti che vogliono risparmiare. Se vedi un tecnico usare uno dei prodotti che ti presenterò, interrompilo subito!
  2. Mancata applicazione della “barriera a vapore”: un singolo passaggio fondamentale ma spesso ignorato da molte aziende del settore. Richiedi sempre che questa procedura sia eseguita.
  3. Utilizzo di squadre esterne: quindi tecnici che si sentono meno responsabili verso il cliente finale.

 

Per questo, noi di Tecnologie Protettive, utilizziamo un metodo testato per la Posa in Opera che ci assicura di eliminare per sempre i 3 errori e le problematiche di un Monoblocco installato male:

Questo garantisce un risultato sicuro e affidabile per il cliente finale.

 

Come Assemblare un Monoblocco Termoisolante

Partiamo assemblando i monoblocchi davanti al foro finestra prima di procedere con la posa in opera.

Colleghiamo le due spalle laterali tramite distanziali tagliati su misura, successivamente le colleghiamo alla parte superiore del foro e al cassonetto in caso di avvolgibile.

Durante questa fase, ai nostri tecnici, vietiamo di utilizzare semplici prodotti siliconici a basso costo (come invece fanno molti altri posatori) ed utilizziamo solo prodotti sigillanti specifici, come MS polimero, adesivo/sigillante forte, monocomponente, impermeabile all’acqua. (A richiesta possiamo fornire schede tecniche e certificazioni della schiuma da noi utilizzata.)

Questi prodotti infatti sono perfetti per la loro resistenza nel tempo, per l’uso esterno e per l’adesività su diverse superfici.

Dopo questa prima fase, i nostri operatori posizionano i monoblocchi sui fori finestra predisposti: Lo spazio di tolleranza fra il muro ed il monoblocco è inferiore ai 2 cm, quindi i monoblocchi vengono messi a bolla ed allineati con tutti gli altri monoblocchi della facciata.

Una volta che il sistema termoisolante è posizionato a bolla, si fissa utilizzando delle turbo-viti nella parte interna e successivamente si blocca con delle zanche sul muro, in caso di mattoni, o con altre turbo-viti.

Il monoblocco ora posizionato nella maniera corretta e fissato viene schiumato perimetralmente.

In presenza di sotto-bancale, se possibile, verrà schiumato anche sulla parte inferiore per creare un isolamento su tutto il perimetro.

Anche in questa fase devono essere utilizzati prodotti di alta qualità se vogliamo che il monoblocco termoisolante appena montato rispecchi quello che sono le sue caratteristiche termiche ed acustiche, sono assolutamente da evitare schiume poliuretaniche di basso costo o non specifiche!

Per esperienza ti posso dire che molti posatori utilizzano la schiuma poliuretanica per le tegole, perché molto più economica, ma completamente sbagliata per questo tipo di prodotti. Non è facile, ma se riesci, intervieni subito se noti questo prodotto perché potrebbe causare infiltrazioni nel breve periodo.

Finite le fasi di assemblaggio e posa del monoblocco, rimane un ultimo passaggio spesso ignorato dalla maggior parte delle altre aziende, ovvero applicare un prodotto chiamato “barriera a vapore” all’interno del controtelaio.

La barriera a vapore è uno strato di materiale poco o per nulla traspirante, quindi non permeabile al vapore. Ha la funzione di impedire al vapore acqueo di attraversare l’isolante termico e la struttura, serve per evitare i fenomeni di condensazione interstiziale.

Infine, Tecnologie Protettive manda in cantiere solo personale interno e qualificato. Le squadre di posa sono formate da dipendenti interni e non artigiani esterni come fanno il 99% delle altre aziende che compie questa lavorazione. Il vantaggio di utilizzare tecnici esterni è un risparmio in termini di stipendio, ma il risultato finale è completamente diverso.

Infatti, ci sono sicuramente bravi artigiani, ma nessuno può compiere un lavoro fatto meglio di chi si deve far carico dell’azienda. Per questo investiamo prima di tutto sul personale interno, per compiere lavori a regola d’arte.

Chiama ora per parlare con un nostro tecnico per parlare della tua prossima Posa con metodo garantito: