Se noti che intorno alle finestre si formano macchie nere o se ti accorgi che, inverno, si depositano goccioline d’acqua sui vetri, questo articolo fa per te.

Ti spiegherò in modo semplice ed intuitivo come eliminare muffa e condensa in maniera definitiva a casa tua.

Si tratta di un fenomeno naturale spesso indotto da eccessiva umidità presente in casa.

L’uso di docce, bagni, lavatrici e cucina combinato con una scarsa ventilazione degli ambienti produce umidità che, a sua volta, induce la formazione di condensa.

Ogni volta che il vapore acqueo prodotto da cucina, bagni ed elettrodomestici entra in contatto con una superficie più fredda si trasforma in condensa, cioè in tante piccole goccioline di umidità sulle pareti o sui vetri delle finestre.

Sopratutto nei condomini la condensa può inoltre verificarsi in corrispondenza di punti di discontinuità della struttura come, ad esempio, negli angoli tra due pareti esterne.

Oppure, in corrispondenza delle congiunzioni tra muro esterno e muro interno, negli angoli di muri e solai di copertura.

Questo accade perché si è in presenza di elementi strutturali con resistenze termiche molto differenti tra loro.

In tal caso, ci troviamo in corrispondenza di PONTI TERMICI, ossia di quei punti di parete ove il flusso di calore trasmigra più facilmente dall’interno verso l’esterno.

Tali fenomeni dipendono, in genere, da una cattiva progettazione e realizzazione dell’edificio.

Infatti, non v’è dubbio che i fenomeni, anche se dovuti a condensa, derivano dalla cattiva realizzazione della parete esterna condominiale

Magari perché del tutto inidonea o perché rivestita in piastrelle che negli interstizi lasciano varie fessure, sufficienti a determinare i fenomeni infiltrativi nei singoli appartamenti.

 

La condensa si trasforma poi in muffa.

Esistono almeno 3 modi per prevenire il fenomeno di muffe e condense in casa.

Per prima cosa, fai circolare l’aria in casa, arieggiando più volte durante il giorno, specie in ambienti più esposti quali cucina, camera da letto e bagno.

Ti consiglio di utilizzare un igrometro (strumento che misura l’umidità) per individuare il momento di aprire le finestre.

In inverno, poi, evita di stendere i panni in casa e riduci il numero di piante all’interno in quanto generano molta umidità.

Il problema però più grande da affrontare per sapere come eliminare muffa e condensa riguarda la presenza dei cosiddetti PONTI TERMICI.

Le finestre sono tra le prime responsabili della comparsa delle muffe sui muri, soprattutto se sono state erroneamente installate, non tenendo ad esempio conto del deterioramento dei giunti o delle guarnizioni e a questioni più tecniche che afferiscono la presenza di ponti termici, soglie passanti, chiusure non perfettamente ermetiche.

Questo va a gravare specialmente su bambini, anziani o persone affette da allergie croniche.

Infatti, la presenza di muffe determina, tramite inalazione, l’insorgere di asma, sinusiti, bronchiti, polmoniti croniche, oltre a raffreddori, emicranie, congestione, irritazione agli occhi, respiro corto, congiuntivite, nausea, vomito.

 

E’ opportuno eliminare la condensa sui vetri delle finestre perché dà origine alla diffusione di muffe ovunque, considerate tossiche per la salute umana

Oltre a un’eccellente coibentazione delle finestre, Tecnologie protettive ha una soluzione per la tua casa.

Per prevenire la condensa e le muffe bisogna arieggiare meglio la casa.

Purtroppo però, l’apertura delle finestre anche solo per un quarto d’ora ha conseguenze negative sul benessere e sulla sicurezza di tutta la famiglia, in quanto:

  • In estate, l’apertura delle finestre fa entrare in casa aria calda: ciò fa lavorare di più i condizionatori d’aria e produce quindi più costi per il raffreddamento degli ambienti.
  • In inverno, specie quando fa freddo, cambiare l’aria vuol dire letteralmente far raggelare casa, con gravi ripercussioni sui costi di riscaldamento e serio rischio di ammalarsi per tutti, a causa degli sbalzi di temperatura.

Anch’io ho sempre avuto queste stesse tue problematiche, per questo ero da tempo alla ricerca di una soluzione efficace per cambiare l’aria in casa senza aprire le finestre.

Ti dico subito che non è stato facile trovarla perché tutti le fabbriche si preoccupano di realizzare infissi isolanti, ma nessuno si è mai preoccupato di guardare a questa semplicissima esigenza che abbiamo in tanti.

Quindi in giro fino ad ora non c’era nulla che affrontasse questo argomento.

Poi abbiamo trovato green air per eliminare la muffa in casa!

Consentendo di tenere le finestre chiuse, Green Air contrasta il consumo energetico: infatti nei mesi caldi aiuta a limitare l’uso del condizionatore perché durante la notte immette nell’ambiente aria fresca, mentre quando fa freddo rinnova l’aria senza dover aprire le finestre, evitando quindi inutili dispersioni di calore.

Green Air è dotato di speciali filtri che purificano l’aria da pollini, polveri sottili, acari e batteri, rivoluzionando la ventilazione della casa e garantendo un ricambio automatico e costante dell’aria.